Giovanni Pezzoli


Giovanni Pezzoli

Il momento tourneè nella vita di un gruppo, specie per gli Stadio, è il momento che preferisco… io vado, chiudo gli occhi e suono, suonavo così quando avevo 20 anni, suono così ora e spero di farlo anche fra 50 perchè questa è la mia vita

Vi dico subito che io sono patito per l’informatica, di Internet, di tutto quello che significa comunicare e, da tempo, il responsabile di questo nuovo sito, del Forum e del FanClub….bella grana che mi sono preso eh!? 🙂

Bolognese DOC, suono la batteria da quando avevo tredici anni, sono autodidatta – cioè ho una preparazione che definirei MOLTO CLASSICA, per intenderci AD ORECCHIO!!

Ho passato gli anni dell’adolescenza ascoltando la radio e davanti la TV, cercando di “star dietro” al ritmo delle canzoni che venivano trasmesse, “suonando” su una batteria ricavata da fustini mezzi vuoti di detersivo, ferri da calza come bacchette e un pedale costruito con il vecchio Mecano con molla di un bigodino di Mamma, facendo una tal confusione che mi sono ritrovato in tribunale con la mia prima denuncia per rumori molesti; ……ma si sa che il bigodino è terribilmente chiassoso!!

Finalmente è arrivata la mia prima vera batteria, ancora me la ricordo una Trixon Cortina Combi, blu (devo averla da qualche parte) ed è con “lei” che ho iniziato, entrando a far parte di un gruppo…di amici con i quali, per puro hobby (visto che tutti quanti più o meno si faceva finta di studiare), mi sono buttato nel mondo del rock (Cream – Vanilla Fudge – Deep Purple – Led Zeppelin – DikDik :o) …
A diciott’anni, per carnevale e quasi per scherzo, ho cominciato a suonare con Lucio Dalla, (che rimane un mio grandissimo amico e col quale ho sempre collaborato) al quale devo veramente tantissimo.. so solo io (e Gaetano) quanti mazzi di chiavi, con immancabile croce di San Domenico, mi sono arrivati addosso…Beh si lo ammetto ero un pò indisciplinato!!
Mi ha fatto capire che la musica non è solo hobby..quella sarebbe stata la mia strada!
Se volete, troverete qualcosa di più nel nostro libro 20 Anni..

Ma un giorno… :o( ho conosciuto Gaetano al mitico studio Fonoprint di Bologna, era con un “tal” Vasco Rossi alle prese col suo primo disco, ci siamo “piaciuti” e poco dopo mi sono ritrovato a suonare nel disco ” Non siamo mica gli americani ” …
poi sono arrivati i concerti suonati assieme ed il resto credo che lo conosciate già – sennò andatevi a leggere la stadiografia!!!

Cosa volete sapere?
Ho fondato il gruppo con Gaetano, Marco Nanni, Ricky Portera e Fabio Liberatori e oggi mi ritrovo a suonare con Andrea e Roberto , non si può avere tutto dalla vita!?
A parte gli scherzi, è stimolante avere a che fare con due “talentosi” come loro, veramente grandi musicisti e non solo ….
Avrete notato soprattutto dal vivo la carica che abbiamo…

Il mio curriculum?
Ho lavorato con tantissimi artisti: allora, in ordine di altezza (!?) Carboni, Conte, Ron, Zenobi, Fogli, Vecchioni, Guccini, Morandi, Patty Pravo, Taglia 42, Ramazzotti, Ana Belen, Victor Manuel ecc ecc ma ce ne sono tanti altri; ho lavorato a tutti i dischi di Lucio da venti anni a questa parte.

I miei preferiti di tutti i tempi?
Toto, …Totò e Peppino ma non ne sono sicuro?!

I miei idoli?
“Ginger” Baker, Gary Chester “il guru” , “Pretty” Bernard Purdie (uno maestro dello shuffle), Steve Gadd e il grande Jeff Porcaro…
A questi fracassoni ipertecnici “moderni” non riesco a starci dietro…troooppo bravi

Perchè ho scritto poche canzoni degli Stadio?
Beh, dopo aver scritto “Grande figlio di puttana “, era difficile ripetermi!
In futuro ci proverò ancora.

Il momento più difficile?
Nel 1984, quando ho dovuto assentarmi per forza!!

La nostra più bella canzone?
Domanda difficile, sicuramente queste ultime sono INCREDIBILMENTE BELLE (e non scherzo), ascoltare per credere
e se vi capita comprate pure il CD..non ci offendiamo!!

La mia strumentazione?
batteria Mapex Orion-Special Edition (costruita appositamente per me.. eccezionale)
bacchette Vic Firth AS5B, piatti Paiste Signature, pedali DW e Mapex Falcon

Un appello, non mi chiedete più le bacchette dopo i concerti, sto andando in rovina!
Io ve l’ho detto però voi provateci lo stesso…